Accesso

​​​​​​​​​​​​​​

 
sabato 17 settembre 2016
100
mercoledì 29 aprile 2020
Safety and Security of Space systems
No
Safety and Security

​​Le sfide poste dal settore spaziale in termini di Safety e Security sono affrontate dal CIRA attraverso approcci multi-disciplinari. Le principali attività di ricerca riguardano:

  • Integrity Engineering: prevede un approccio alla safety in termini globali ed è finalizzato all'identificazione e alla gestione dei rischi, nonché alla condivisione di tecnologie e dati. Il concetto di safety è, inoltre, applicato in maniera attiva, allo scopo di anticipare e scongiurare il verificarsi di eventi considerati pericolosi. La ricerca è, dunque, orientata a sviluppare modelli che possano identificare i rischi a partire da un'ampia e accurata base dati;

  • Trusting in Autonomy: l'impiego di robot o sistemi unmanned monitorati da remoto si è diffuso, in particolare, per affrontare le cosiddette missioni Dull, Dirty, Dangerous (noiose, sporche e pericolose) perché consente di raggiungere l'obiettivo evitando rischi per l'uomo e riducendo notevolmente i costi. Il loro impiego, in totale sicurezza, rappresenta una delle principali sfide nelle missioni di esplorazione spaziale.

Le principali problematiche da affrontare sono:

    • Integrated Health Management: sviluppo di un sistema di health management che possa migliorare la resilienza dell'intero sistema nel rispetto dei tempi caratteristici;

    • Safety, Security and Resilience by design: definizione di approcci che consentano di inglobare nel disegno del sistema critico la safety, la security e la reliability;

    • Adaptive and Interoperable Autonomy: l'obiettivo è quello di poter specificare il livello di autonomia che il sistema è autorizzato ad assumere e di riuscire a garantire l'interoperabilità rispetto ai diversi livelli di autonomia;

    • Verification and Validation of Complex Adaptive Systems: l'affidabilità e la resilienza di tali sistemi vanno verificate in scenari operativi che consentano la fault injection. Di estremo interesse sono gli studi sulla run-time verification e la run-time certification.

Le sfide poste dal settore spaziale in termini di Safety e Security sono affrontate dal Cira attraverso approcci multi-disciplinari. Le principali attività di ricerca riguardano: l'Integrity Engineering e la Trusting in Autonomy.
Safety e Security dei Sistemi Spaziali

 

 

Safety e Security dei Sistemi Spaziali<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/image.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/safety-e-security-dei-sistemi-spaziali/Safety e Security dei Sistemi SpazialiSafety e Security dei Sistemi Spaziali<p style="text-align:justify;">​​Le sfide poste dal settore spaziale in termini di Safety e Security sono affrontate dal CIRA attraverso approcci multi-disciplinari. Le principali attività di ricerca riguardano:</p><ul style="text-align:justify;list-style-type:disc;"><li><p><strong>Integrity Engineering</strong>: prevede un approccio alla safety in termini globali ed è finalizzato all'identificazione e alla gestione dei rischi, nonché alla condivisione di tecnologie e dati. Il concetto di safety è, inoltre, applicato in maniera attiva, allo scopo di anticipare e scongiurare il verificarsi di eventi considerati pericolosi. La ricerca è, dunque, orientata a sviluppare modelli che possano identificare i rischi a partire da un'ampia e accurata base dati;</p></li><li><p><strong>Trusting in Autonomy</strong>: l'impiego di robot o sistemi unmanned monitorati da remoto si è diffuso, in particolare, per affrontare le cosiddette missioni Dull, Dirty, Dangerous (noiose, sporche e pericolose) perché consente di raggiungere l'obiettivo evitando rischi per l'uomo e riducendo notevolmente i costi. Il loro impiego, in totale sicurezza, rappresenta una delle principali sfide nelle missioni di esplorazione spaziale.</p></li></ul><blockquote dir="ltr" style="text-align:justify;"><p>Le principali problematiche da affrontare sono:</p></blockquote><ul dir="ltr" style="text-align:justify;margin-right:0px;"><ul style="list-style-type:circle;"><li><p>Integrated Health Management: sviluppo di un sistema di health management che possa migliorare la resilienza dell'intero sistema nel rispetto dei tempi caratteristici;</p></li><li><p>Safety, Security and Resilience by design: definizione di approcci che consentano di inglobare nel disegno del sistema critico la safety, la security e la reliability;</p></li><li><p>Adaptive and Interoperable Autonomy: l'obiettivo è quello di poter specificare il livello di autonomia che il sistema è autorizzato ad assumere e di riuscire a garantire l'interoperabilità rispetto ai diversi livelli di autonomia;</p></li></ul><ul dir="ltr"><li><p>Verification and Validation of Complex Adaptive Systems: l'affidabilità e la resilienza di tali sistemi vanno verificate in scenari operativi che consentano la fault injection. Di estremo interesse sono gli studi sulla run-time verification e la run-time certification.</p></li></ul></ul>

 Attività

 

 

Velivoli UAM a basso impatto acustico<img alt="" src="https://www.cira.it/PublishingImages/copertina%20video%20progetto%20DANTE.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/aeronautica/sostenibilità-affidabilità-e-sicurezza-del-trasporto-aereo/dante/velivoli-uam-a-basso-impatto-acustico/Velivoli UAM a basso impatto acusticoVelivoli UAM a basso impatto acusticoIl progetto DANTE sta sviluppando un approccio virtuale per valutare e ridurre l'impatto acustico di velivoli eVTOL, consentendo di mettere a punto tecnologie ad hoc per garantire il consenso ed il benessere acustico della popolazione urbana.2021-06-03T22:00:00Z
Tecnologie aerospaziali e medicina<img alt="" src="https://www.cira.it/PublishingImages/biga%20data%20facility%20per%20ricerca%20epilessia.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/ambiente/tecnologie-per-il-monitoraggio-dellambiente-e-del-territorio/big-data-facility/tecnologie-aerospaziali-e-medicina/Tecnologie aerospaziali e medicinaTecnologie aerospaziali e medicinaCreare un sistema completamente automatizzato capace di esaminare, attraverso l'impiego di tecniche di “data mining", i segnali cerebrali in tempo reale per una diagnosi più rapida e accurata dell'epilessia.2021-05-18T22:00:00Z
Firmato il contratto per lo sviluppo del sistema di protezione termica di Space Rider<img alt="" src="https://www.cira.it/PublishingImages/Space%20Rider%20con%20body%20flap.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/accesso-allo-spazio-satelliti-ed-esplorazione/pride/firmato-il-contratto-per-lo-sviluppo-del-sistema-di-protezione-termica-di-space-rider/Firmato il contratto per lo sviluppo del sistema di protezione termica di Space RiderFirmato il contratto per lo sviluppo del sistema di protezione termica di Space RiderSarà il CIRA a sviluppare, testare e realizzare il Sistema di Protezione Termica e le superfici di controllo i “Body Flap", di Space Rider, il sistema europeo di trasporto spaziale riutilizzabile per missioni in orbita bassa.2021-05-13T22:00:00Z