Accesso

Cira

FTB4UAS - Flight Test Bed For UAS

Obiettivo

Il progetto si pone l'obiettivo principale di soddisfare le necessità di sperimentazione in volo per la convalida di tecnologie abilitanti per lo sviluppo di velivoli a pilotaggio remoto e autonomi.

Tale obiettivo viene raggiunto attraverso lo sviluppo di piattaforme volanti (Flight Test Bed - FTB) e di relativi segmenti di terra a supporto della validazione in volo delle tecnologie abilitanti per lo sviluppi degli UAS. Una prima piattaforma è FLARE (velivolo di tipo Optionally Piloted Aircraft), già disponibile al CIRA e dotata di Permesso di Volo rilasciato da ENAC. Tale piattaforma è attualmente configurata per test in volo relativi a tecnologie avioniche per APR. La piattaforma, nell'attuale set-up operativo, è operata in uno spazio aereo non segregato nei pressi del CIRA, con il supporto dell'Aeroclub di Capua, per i servizi di airworthiness continua, e sulla base di un NOTAM rilasciato da ENAC. Le operazioni di volo sono condotte sotto il controllo del CTR di Grazzanise, di base presso il 9° Stormo dell'Aeronautica Militare.

Nel periodo maggio-giugno 2016 sono state condotte le campagne di volo dei progetti TECVOL II e RAID per la validazione di sistemi avionici per il Detect & Avoid e test di procedure di separazione di traffico aereo in presenza di velivoli unmanned, utilizzando la piattaforma OPA FLARE operata come APR.

La capacità di volo sarà ulteriormente sviluppata per soddisfare le necessità di sperimentazione in volo relative a tecnologie avioniche, di sistemi di bordo ausiliari ed aerostrutturali, sia mediante lo sviluppo della piattaforma FLARE sia mediante l'acquisizione di nuove piattaforme, sulla base dei requisiti di validazione in volo.

Attività nel progetto CIRA

CIRA è totalmente responsabile delle attività volte all'interno del progetto riguardanti il design, lo sviluppo, la realizzazione e la sperimentazione in volo delle piattaforme di validazione tecnologica.

Programma

​PROgramma nazionale di Ricerca Aerospaziale PRO.R.A. D.M. 305/98  

  • data inizio: lunedì 1 giugno 2015
  • durata: 43.0000000000000

 Riutilizzo elemento catalogo

giovedì 15 settembre 2016
83
giovedì 2 febbraio 2017
FTB4UAS
Aeronautics - Technology Integration and Flight Demostrators, Environmental Impact of Air Transport, Electronics and Communications, Adptive Structures, Structures and Materials, On Board Systems and ATM, Propulsion
Il progetto FTB4UAS, Flying Test Bed for Unmanned Aerial System prevede la sperimentazione in volo di tecnologie abilitanti sviluppate nell’ambito della linea strategica dedicata ai velivoli a pilotaggio remoto ed autonomo del CIRA.
Warning Systems, Sensors Integration, Communications Systems, Identification, Electrical Power Generation & Distribution, Flight Data/Flight Recording, Communications and Systems Technology, System Certification, Fault Tolerant Systems, Hazard Analysis, Air Safety Data analysis, System reliability, Security/Risk analysis, Autonomous operation
Electronics Lab

 

 

FTB4UAS - Flight Test Bed For UAS<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/FLARE3.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/aeronautica/aeromobili-pilotati-da-remoto-e-non-pilotati/ftb4uas/FTB4UAS - Flight Test Bed For UASFTB4UAS - Flight Test Bed For UAS<p style="text-align:justify;">Il progetto si pone l'obiettivo principale di soddisfare le necessità di sperimentazione in volo per la convalida di tecnologie abilitanti per lo sviluppo di velivoli a pilotaggio remoto e autonomi. </p><p style="text-align:justify;">Tale obiettivo viene raggiunto attraverso lo sviluppo di piattaforme volanti (Flight Test Bed - FTB) e di relativi segmenti di terra a supporto della validazione in volo delle tecnologie abilitanti per lo sviluppi degli UAS. Una prima piattaforma è FLARE (velivolo di tipo Optionally Piloted Aircraft), già disponibile al CIRA e dotata di Permesso di Volo rilasciato da ENAC. Tale piattaforma è attualmente configurata per test in volo relativi a tecnologie avioniche per APR. La piattaforma, nell'attuale set-up operativo, è operata in uno spazio aereo non segregato nei pressi del CIRA, con il supporto dell'Aeroclub di Capua, per i servizi di airworthiness continua, e sulla base di un NOTAM rilasciato da ENAC. Le operazioni di volo sono condotte sotto il controllo del CTR di Grazzanise, di base presso il 9° Stormo dell'Aeronautica Militare.</p><p style="text-align:justify;">Nel periodo maggio-giugno 2016 sono state condotte le campagne di volo dei progetti TECVOL II e RAID per la validazione di sistemi avionici per il Detect & Avoid e test di procedure di separazione di traffico aereo in presenza di velivoli <em>unmanned</em>, utilizzando la piattaforma OPA FLARE operata come APR. </p><p style="text-align:justify;">La capacità di volo sarà ulteriormente sviluppata per soddisfare le necessità di sperimentazione in volo relative a tecnologie avioniche, di sistemi di bordo ausiliari ed aerostrutturali, sia mediante lo sviluppo della piattaforma FLARE sia mediante l'acquisizione di nuove piattaforme, sulla base dei requisiti di validazione in volo. </p><p>​PROgramma nazionale di Ricerca Aerospaziale PRO.R.A. D.M. 305/98  </p><p>CIRA è totalmente responsabile delle attività volte all'interno del progetto riguardanti il design, lo sviluppo, la realizzazione e la sperimentazione in volo delle piattaforme di validazione tecnologica.</p>2015-05-31T22:00:00Z43.0000000000000

 Galleria multimediale

 

 

FLARE OPTIONALLY PILOTED AIRCRAFThttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=11FLARE OPTIONALLY PILOTED AIRCRAFTImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/FLARE1.jpg
FLARE OPTIONALLY PILOTED AIRCRAFThttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=90FLARE OPTIONALLY PILOTED AIRCRAFTImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/FLARE3.jpg

 ATTIVITÀ