Accesso

Cira

 
venerdì 16 settembre 2016
99
venerdì 10 febbraio 2017
Space access, satellites and exploration
No
Space - Technology Integration and Flight Demostrators, Aerothermodynamics, Structures and Materials, Diagnostic Methodologies and Advanced Measurement Techniques

Questa linea di ricerca e sviluppo punta ad accrescere e consolidare le competenze del CIRA su sistemi e tecnologie spaziali per missioni di accesso, rientro ed operatività in orbita LEO, nonché di esplorazioni interplanetarie verso la Luna e Marte. Pertanto, oltre al già consolidato settore del rientro da orbita LEO, viene studiata anche l'area tematica dei sistemi di trasporto spaziale.

Inoltre, identificando come particolarmente strategico il settore dell'osservazione della Terra dallo spazio, è richiesto di individuare tecnologie applicative che rendano possibile la realizzazione (tramite tecniche di fabbricazione ed integrazione innovative) e la messa in esercizio di sistemi satellitari (in particolare i micro-satelliti) a costi ridotti. Questi sono totalmente complementari, ovvero integrabili, con altre fonti di rilevamento alternative (piattaforme UAV e/o sensori in situ) per una più rapida elaborazione dei dati. Una particolare tecnologia su cui CIRA già opera da tempo, è quella dell'Additive Layer Manufacturing: il suo impiego in ambito spaziale mira ad ampliarne il campo di applicazione.

Tenendo conto, poi, dei recenti studi NASA, secondo cui tra il 2020 e il 2030 l'uomo trascorrerà 10 anni nello spazio cis-lunare, e di alcune iniziative recenti di NASA e ESA in tale ambito (Next Generation Evolvable Lunar Architecture e Moon Village), è previsto il proseguimento e consolidamento degli studi sui sistemi per l'esplorazione.

Questa linea di ricerca punta ad accrescere e consolidare le competenze del CIRA su sistemi e tecnologie spaziali per missioni di accesso, rientro ed operatività in orbita LEO, nonché di esplorazioni interplanetarie verso la Luna e Marte.
Allo studio anche le tecnologie per realizzare e mettere in esercizio sistemi satellitari a costi ridotti.
Accesso allo spazio, Satelliti ed Esplorazione

 

 

Accesso allo spazio, Satelliti ed Esplorazione<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/usv%20in%20orbita%20gdb.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/accesso-allo-spazio-satelliti-ed-esplorazione/Accesso allo spazio, Satelliti ed EsplorazioneAccesso allo spazio, Satelliti ed Esplorazione<p style="text-align:justify;">Questa linea di ricerca e sviluppo punta ad accrescere e consolidare le competenze del CIRA su sistemi e tecnologie spaziali per missioni di accesso, rientro ed operatività in orbita LEO, nonché di esplorazioni interplanetarie verso la Luna e Marte. Pertanto, oltre al già consolidato settore del rientro da orbita LEO, viene studiata anche l'area tematica dei sistemi di trasporto spaziale. </p><p style="text-align:justify;">Inoltre, identificando come particolarmente strategico il settore dell'osservazione della Terra dallo spazio, è richiesto di individuare tecnologie applicative che rendano possibile la realizzazione (tramite tecniche di fabbricazione ed integrazione innovative) e la messa in esercizio di sistemi satellitari (in particolare i micro-satelliti) a costi ridotti. Questi sono totalmente complementari, ovvero integrabili, con altre fonti di rilevamento alternative (piattaforme UAV e/o sensori in situ) per una più rapida elaborazione dei dati. Una particolare tecnologia su cui CIRA già opera da tempo, è quella dell'Additive Layer Manufacturing: il suo impiego in ambito spaziale mira ad ampliarne il campo di applicazione. </p><p style="text-align:justify;">Tenendo conto, poi, dei recenti studi NASA, secondo cui tra il 2020 e il 2030 l'uomo trascorrerà 10 anni nello spazio cis-lunare, e di alcune iniziative recenti di NASA e ESA in tale ambito (Next Generation Evolvable Lunar Architecture e Moon Village), è previsto il proseguimento e consolidamento degli studi sui sistemi per l'esplorazione. </p>

 Attività

 

 

Interstadio 2-3 del VEGA-C: realizzata la struttura in composito del prototipo<img alt="" src="https://www.cira.it/PublishingImages/sviluppo%20modello%20tecnologico.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/accesso-allo-spazio-satelliti-ed-esplorazione/interstadio-grid/interstadio-2-3-del-vega-c-realizzata-la-struttura-in-composito-del-prototipo/Interstadio 2-3 del VEGA-C: realizzata la struttura in composito del prototipoInterstadio 2-3 del VEGA-C: realizzata la struttura in composito del prototipoSi è chiusa con successo un'altra importante fase del progetto di sviluppo dell'Interstadio 2-3 del lanciatore VEGA C, a cui sta lavorando il Laboratorio di Prototipi in Materiale Composito (PRMC) del CIRA. E' stata infatti completata, presso Avio, la realizzazione della struttura in carbonio del Modello Tecnologico, prototipo dell'interstadio.2018-09-23T22:00:00Z
Vega C, conclusa la prima fase di realizzazione del Modello Tecnologico dell’Interstadio 2-3<img alt="" src="https://www.cira.it/PublishingImages/trasferimento%20interstadio%20ad%20Avio.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/accesso-allo-spazio-satelliti-ed-esplorazione/interstadio-grid/vega-c-conclusa-la-prima-fase-di-realizzazione-del-modello-tecnologico-dell’interstadio-2-3/Vega C, conclusa la prima fase di realizzazione del Modello Tecnologico dell’Interstadio 2-3Vega C, conclusa la prima fase di realizzazione del Modello Tecnologico dell’Interstadio 2-3La preforma in carbonio del Modello Tecnologico dell'Interstadio 2-3 del nuovo lanciatore spaziale europeo VEGA C è stata completata al CIRA e trasferita presso Avio. L'innovativa architettura Grid in composito, per la prima volta applicata su un lanciatore europeo, è stata messa a punto dal Laboratorio di Prototipi in Materiale Composito del CIRA.2018-07-09T22:00:00Z
Accordo ESA - CIRA per il dimostratore tecnologico Mini-IRENE<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/dimostratore%20della%20capsula%20mini%20irene.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/accesso-allo-spazio-satelliti-ed-esplorazione/mini-irene/articolo-mini-irene/Accordo ESA - CIRA per il dimostratore tecnologico Mini-IRENEAccordo ESA - CIRA per il dimostratore tecnologico Mini-IRENEIl CIRA e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) hanno siglato un contratto del valore di circa 1,3 milioni di Euro per la realizzazione ed il lancio della piattaforma tecnologica Mini-IRENE (Italian Re-Entry NacellE). Il lancio della capsula è previsto per Giugno 2018.2016-11-02T23:00:00Z