Accesso

Cira

 
74

 Riutilizzo elemento catalogo ‭[4]‬

 Riutilizzo elemento catalogo ‭[3]‬

 Riutilizzo elemento catalogo ‭[2]‬

 Riutilizzo elemento catalogo ‭[1]‬

Spazio

 

 

Spazio<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/page2.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/SpazioSpazio<p style="text-align:justify;">Le attività del Settore SPAZIO si articolano in Sistemi per l'Accesso allo Spazio, Satelliti e Sistemi per l'Esplorazione, Propulsori spaziali, Sistemi di bordo, Sostenibilità, Affidabilità e sicurezza.     </p><p style="text-align:justify;">I <strong>Sistemi per l'Accesso allo spazio e l'Esplorazione</strong>, al CIRA, puntano ad accrescere e consolidare le competenze su sistemi e tecnologie spaziali sia per missioni di accesso, rientro ed operatività in orbita LEO che per le esplorazioni interplanetarie verso Luna e Marte. </p><p style="text-align:justify;">Per quanto riguarda i<strong> Propulsori</strong>, l'Europa gioca un ruolo importante nel settore dei lanciatori e l'Italia, a sua volta, ha un ruolo significativo nello sviluppo dei piccoli lanciatori, come il VEGA. Nell'ambito del programma di sviluppo di questo lanciatore (per satelliti fino a 1.500 kg in orbita LEO), il CIRA è impegnato su alcuni dei driver tecnologici. Con il programma HYPROB (finanziato dal MIUR), inoltre, il Centro punta  a diventare una struttura di eccellenza a livello europeo nel campo della propulsione, attraverso la formazione di personale altamente qualificato e la crescita di capacità tecnologiche avanzate. </p><p style="text-align:justify;">Il CIRA è poi impegnato nello sviluppo e validazione di tecnologie abilitanti, indirizzate ai Sistemi GNC autonomi in missioni di rientro e lancio e ai Sistemi di controllo cooperativo dedicati a mini e micro satelliti. Tali tecnologie, relative ai <strong>Sistemi di Bordo</strong>, sono in fase di ulteriore sviluppo al fine di garantire livelli di precisione operativa non convenzionali, tempi di reazione compatibili con le alte energie e con le velocità in gioco, livelli di autonomia, nell'autodiagnosi e nella gestione, compatibili con la limitatissima (se non nulla) interazione uomo-macchina. </p><p style="text-align:justify;">Per la <strong>Sostenibilità, Affidabilità e Sicurezza</strong>, il CIRA è infine attivo nell'Integrity Engineering, oltre che sui Sistemi autonomi utilizzati in missioni critiche. </p>

 Galleria multimediale

 

 

 LEGGI ANCHE