Accesso

Cira

 
lunedì 19 settembre 2016
10
martedì 23 maggio 2017
Scientific computing systems
No

 Descrizione e capacità operative

Il CIRA assicura la disponibilità e l'operatività delle risorse di calcolo scientifico necessarie allo svolgimento delle attività di Ricerca e Sviluppo e che richiedono un uso intensivo di calcolatori ad alte prestazioni.  Il solo accesso ai computer ad alte prestazioni non è sufficiente per ottenere prestazioni di alto livello, per tal motivo, al fine di sfruttare tutte le potenzialità dell' hardware, al CIRA sono presenti competenze specifiche di alta specializzazione. Tali competenze prevedono vari livelli di intervento sui codici di calcolo, che vanno dall' ottimizzazione "informatica" alla riscrittura di parti di esso, utilizzando algoritmi più efficienti. Per raggiungere tale scopo vengono svolte attività di aggiornamento, ricerca e sperimentazione, anche in collaborazione con Università e Centri di ricerca.

Le principali capacità operative dell'unità sono di seguito elencate:

  •  analisi delle esigenze CIRA di High Performance Computing e progettazione dell'architettura  dei sistemi da acquisire;

  •  gestione e manutenzione dei sistemi di supercalcolo installati;

  •  supporto all'utenza per l'utilizzo ottimale dei compilatori e dei tool;

  •  gestione del catalogo dei S/W scientifici disponibili al CIRA (commerciali e sviluppati in casa);

  •  sviluppo e/o ottimizzazione di algoritmi numerici a supporto delle discipline scientifiche;

  •  ricerca e sperimentazione di nuove tecnologie  HW e SW per l'HPC.  

Caratteristiche tecniche

Il Centro di calcolo è costituito da alcuni Cluster  multi-node multiprocessor in HA.  per un totale di 56 Nodes dual-socket, con processori  Intel Xeon ed alcune GPU Nvidia M2090, per un totale di 744 core.  La potenza aggregata risulta pari a 18 TFlops (incluso le GPU), con una memoria di 3.2 TBytes.  La connessione tra nodi utilizza la tecnologia Infiniband. Nei primi mesi del 2017 il CIRA si doterà di un nuovo supercalcolatore con una potenza aggregata di almeno 50TFlops. Inoltre, nel corso del 2018 è prevista un'estensione minima del suddetto sistema  a 300TFlops, anche attraverso processori di nuova generazione. Per quanto riguarda la dotazione degli applicativi S/W, sono disponibili sia codici commerciali (es. ANSYS, NASTRAN), sia codici sviluppati in casa. 

Partners

Le attività di ricerca e sperimentazione si avvalgono della collaborazione di: Università "Federico II" di Napoli, Seconda Università di Napoli, ENEA, INFN.

Attraverso la disponibilità di adeguate risorse di Calcolo Scientifico ad alte Prestazioni, viene assicurata la disponibilità della necessaria potenza computazionale per lo svolgimento delle attività di Ricerca e Sviluppo del Centro.
Application Design, Architecture Design, Systems Engineering, Application Development, User Support, Technology Trend Monitoring, Aeronautical Software Engineering
Laboratorio di Calcolo Scientifico

 

 

Laboratorio di Calcolo Scientifico<img alt="" src="http://www.cira.it/PublishingImages/IMG_1355.JPG" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/infrastrutture-di-ricerca/sistemi-di-calcolo-scientifico/Laboratorio di Calcolo ScientificoLaboratorio di Calcolo Scientifico<h3> Descrizione e capacità operative</h3><p>Il CIRA assicura la disponibilità e l'operatività delle risorse di calcolo scientifico necessarie allo svolgimento delle attività di Ricerca e Sviluppo e che richiedono un uso intensivo di calcolatori ad alte prestazioni.  Il solo accesso ai computer ad alte prestazioni non è sufficiente per ottenere prestazioni di alto livello, per tal motivo, al fine di sfruttare tutte le potenzialità dell' hardware, al CIRA sono presenti competenze specifiche di alta specializzazione. Tali competenze prevedono vari livelli di intervento sui codici di calcolo, che vanno dall' ottimizzazione "informatica" alla riscrittura di parti di esso, utilizzando algoritmi più efficienti. Per raggiungere tale scopo vengono svolte attività di aggiornamento, ricerca e sperimentazione, anche in collaborazione con Università e Centri di ricerca. </p><p style="text-align:justify;">Le principali capacità operative dell'unità sono di seguito elencate:</p><ul><li><p> analisi delle esigenze CIRA di High Performance Computing e progettazione dell'architettura  dei sistemi da acquisire;</p></li><li><p> gestione e manutenzione dei sistemi di supercalcolo installati; </p></li><li><p> supporto all'utenza per l'utilizzo ottimale dei compilatori e dei tool;</p></li><li><p> gestione del catalogo dei S/W scientifici disponibili al CIRA (commerciali e sviluppati in casa);</p></li><li><p> sviluppo e/o ottimizzazione di algoritmi numerici a supporto delle discipline scientifiche;</p></li><li><p> ricerca e sperimentazione di nuove tecnologie  HW e SW per l'HPC.  </p></li></ul><h3>Caratteristiche tecniche</h3><p>Il Centro di calcolo è costituito da alcuni Cluster  multi-node multiprocessor in HA.  per un totale di 56 Nodes dual-socket, con processori  Intel Xeon ed alcune GPU Nvidia M2090, per un totale di 744 core.  La potenza aggregata risulta pari a 18 TFlops (incluso le GPU), con una memoria di 3.2 TBytes.  La connessione tra nodi utilizza la tecnologia Infiniband. Nei primi mesi del 2017 il CIRA si doterà di un nuovo supercalcolatore con una potenza aggregata di almeno 50TFlops. Inoltre, nel corso del 2018 è prevista un'estensione minima del suddetto sistema  a 300TFlops, anche attraverso processori di nuova generazione. Per quanto riguarda la dotazione degli applicativi S/W, sono disponibili sia codici commerciali (es. ANSYS, NASTRAN), sia codici sviluppati in casa. </p><h3>Partners</h3><p>Le attività di ricerca e sperimentazione si avvalgono della collaborazione di: Università "Federico II" di Napoli, Seconda Università di Napoli, ENEA, INFN.</p><p>Il CIRA assicura la disponibilità e l'operatività delle risorse di calcolo scientifico necessarie allo svolgimento delle attività di Ricerca e Sviluppo e che richiedono un uso intensivo di calcolatori ad alte prestazioni.  Il solo accesso ai computer ad alte prestazioni non è sufficiente per ottenere prestazioni di alto livello, per tal motivo, al fine di sfruttare tutte le potenzialità dell' hardware, al CIRA sono presenti competenze specifiche di alta specializzazione. Tali competenze prevedono vari livelli di intervento sui codici di calcolo, che vanno dall' ottimizzazione "informatica" alla riscrittura di parti di esso, utilizzando algoritmi più efficienti. Per raggiungere tale scopo vengono svolte attività di aggiornamento, ricerca e sperimentazione, anche in collaborazione con Università e Centri di ricerca. </p><p style="text-align:justify;">Le principali capacità operative dell'unità sono di seguito elencate:</p><ul><li><p> analisi delle esigenze CIRA di High Performance Computing e progettazione dell'architettura  dei sistemi da acquisire;</p></li><li><p> gestione e manutenzione dei sistemi di supercalcolo installati; </p></li><li><p> supporto all'utenza per l'utilizzo ottimale dei compilatori e dei tool;</p></li><li><p> gestione del catalogo dei S/W scientifici disponibili al CIRA (commerciali e sviluppati in casa);</p></li><li><p> sviluppo e/o ottimizzazione di algoritmi numerici a supporto delle discipline scientifiche;</p></li><li><p> ricerca e sperimentazione di nuove tecnologie  HW e SW per l'HPC.  </p></li></ul><p>Il Centro di calcolo è costituito da alcuni Cluster  multi-node multiprocessor in HA. Il cluster principale, denominato "Turing" ed installato nel mese di Maggio 2017,  consta di 42 nodi di calcolo equipaggiati con  2 CPU Intel E5-2697v4, per un totale di circa 1500 core. A questi si aggiungono alcune GPU Xeon Phi e Pascal, per una potenza ci calcolo totale di circa 60 Tflops. La connessione tra nodi è basata su OPA Twinax. Al suddetto sistema sono affiancati alcuni cluster di dimensione ridotta  per un totale di 56 Nodes dual-socket, con processori  Intel Xeon ed alcune GPU Nvidia M2090, per un totale di 744 core.  La potenza aggregata complessiva disponibile al CIRA risulta pari a 78 TFlops (incluso le GPU).  A fine 2018 è prevista un'ulteriore installazione che dovrebbe aggiungere una potenza di calcolo di circa  300TFlops. Per quanto riguarda la dotazione degli applicativi S/W, sono disponibili sia codici commerciali (es. ANSYS, NASTRAN), sia codici sviluppati in casa. </p><p>​<span aria-hidden="true"></span>Le attività di ricerca e sperimentazione si avvalgono della collaborazione di: Università "Federico II" di Napoli, Seconda Università di Napoli, ENEA, INFN.<span aria-hidden="true"></span></p>

 Galleria multimediale

 

 

Ottimizzazione Codici di Calcolohttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=853Ottimizzazione Codici di CalcoloImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/Ottimizzazione Codici di Calcolo.png
Catalogo dei SW scientifici sviluppati in househttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=249Catalogo dei SW scientifici sviluppati in houseImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/ART-SICS-FIG.2.jpg
ART-SICS-FIG.3https://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=250ART-SICS-FIG.3Imagehttps://www.cira.it/PublishingImages/ART-SICS-FIG.3.jpg
Turing Clusterhttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=1138Turing ClusterTuring ClusterImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/IMG_1355.JPG

 Leggi anche

 

 

TURING : il nuovo supercomputer del CIRA<img alt="" src="http://www.cira.it/PublishingImages/Turing.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/infrastrutture-di-ricerca/sistemi-di-calcolo-scientifico/turing-il-nuovo-supercomputer-del-cira/TURING : il nuovo supercomputer del CIRATURING : il nuovo supercomputer del CIRATURING è il nuovo supercomputer di classe Tier-0 del CIRA. Il nome, scelto a seguito di un sondaggio, rende omaggio al grande matematico inglese. Il cluster mette subito a disposizione una potenza computazionale di picco di circa 54 TFlops. 2017-05-22T22:00:00Z
Supporto nello sviluppo e ottimizzazione in house di codici CFD<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/Ottimizzazione%20Codici%20di%20Calcolo.png" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/infrastrutture-di-ricerca/sistemi-di-calcolo-scientifico/ottimizzazione-codici-in-house/Supporto nello sviluppo e ottimizzazione in house di codici CFDSupporto nello sviluppo e ottimizzazione in house di codici CFDIl team di specialisti offre supporto per l'ottimizzazione delle prestazioni, l'aggiornamento ai nuovi standard e il passaggio da paradigma master-slave a cooperativo in ambiente parallelo per i codici CFD CIRA slviluppati in house.2016-12-12T23:00:00Z
Il catalogo dei Software Scientifici Sviluppati in casa<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/ART-SICS-FIG.1.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/infrastrutture-di-ricerca/sistemi-di-calcolo-scientifico/il-catalogo-dei-software-scientifici-sviluppati-in-casa/Il catalogo dei Software Scientifici Sviluppati in casaIl catalogo dei Software Scientifici Sviluppati in casaIl CIRA vanta una lunghissima tradizione nello sviluppo di software scientifico ad alte prestazioni per applicazioni aerospaziali. In questo articolo viene illustrato a grandi linee il contenuto del catalogo dei codici di calcolo sviluppati in casa. 2016-11-22T23:00:00Z