Accesso

Cira

 
mercoledì 31 agosto 2016
39
mercoledì 8 febbraio 2017
Rotary-wing Aircraft
No
Fluid Mechanics, Aeronautics - Technology Integration and Flight Demostrators

Gli scenari dell'aviazione europea prevedono entro il 2050 un sistema di trasporto aereo resiliente e pienamente integrato con gli altri sistemi di trasporto, in cui passeggeri e merci potranno beneficiare di servizi di viaggio "seamless", senza soluzione di continuità. Il tutto con un impatto sull'ambiente più sostenibile: le emissioni di CO2 e di NOx dovranno, infatti, essere ridotte rispettivamente del 75% e del 90%. Inoltre, le nuove generazioni di aerei e elicotteri, i Tiltrotor, i velivoli RPAS opereranno tutti in uno spazio aereo comune, non segregato (rif. Flightpath 2050 Europe's Vision for Aviation).

Nello sviluppo di questo nuovo concetto di mobilità, un ruolo chiave è attribuito ai velivoli ad ala rotante. A questa tipologia di velivoli viene riconosciuto un ruolo sempre più importante nell'ambito dei servizi pubblici (Search & Rescue ed emergenza medica), nel monitoraggio, nel trasporto regionale, nelle missioni Oil & Gas.

La linea strategica Velivoli ad Ala Rotante punta, nei prossimi anni, a dotare il CIRA di strumenti di prova e calcolo aggiornati ed efficienti e di un sistema di analisi multidisciplinare allo scopo di:

  • valutare gli impatti tecnologici delle soluzioni individuate;

  • definire e delineare un contesto di ricerca e sviluppo;

  • supportare le fasi di progettazione concettuale, ottimizzazione e operatività long-life.

Ciò avverrà attraverso:

  • il consolidamento e l'integrazione delle competenze e delle capacità (laboratori e mezzi di prova) e attraverso un forte sviluppo di metodologie di progetto multidisciplinari e di manufacturing innovativo;

  • l'aggiornamento delle metodologie di progettazione orientate ai campi di applicazione di interesse per il sistema nazionale;

  • lo sviluppo di nuovi mezzi e metodologie per la verifica e la validazione numerica e sperimentale, a terra e in volo.

I velivoli ad ala rotante svolgono un ruolo chiave nei servizi pubblici (Search & Rescue e emergenza medica), nel monitoraggio, nel trasporto regionale, nelle missioni Oil & Gas. Il loro impiego in un sistema di trasporto aereo resiliente e  integrato comporta nuove sfide di ricerca e sviluppo.
Velivoli ad ala rotante

 

 

Velivoli ad ala rotante<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/Ala%20rotante.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/aeronautica/velivoli-ad-ala-rotante/Velivoli ad ala rotanteVelivoli ad ala rotante<span><p style="text-align:justify;">Gli scenari dell'aviazione europea prevedono entro il 2050 un sistema di trasporto aereo resiliente e pienamente integrato con gli altri sistemi di trasporto, in cui passeggeri e merci potranno beneficiare di servizi di viaggio "seamless", senza soluzione di continuità. Il tutto con un impatto sull'ambiente più sostenibile: le emissioni di CO2 e di NOx dovranno, infatti, essere ridotte rispettivamente del 75% e del 90%. Inoltre, le nuove generazioni di aerei e elicotteri, i Tiltrotor, i velivoli RPAS opereranno tutti in uno spazio aereo comune, non segregato (rif. Flightpath 2050 Europe's Vision for Aviation).</p><p style="text-align:justify;">Nello sviluppo di questo nuovo concetto di mobilità, un ruolo chiave è attribuito ai velivoli ad ala rotante. A questa tipologia di velivoli viene riconosciuto un ruolo sempre più importante nell'ambito dei servizi pubblici (Search & Rescue ed emergenza medica), nel monitoraggio, nel trasporto regionale, nelle missioni Oil & Gas.</p><p style="text-align:justify;">La linea strategica Velivoli ad Ala Rotante punta, nei prossimi anni, a dotare il CIRA di strumenti di prova e calcolo aggiornati ed efficienti e di un sistema di analisi multidisciplinare allo scopo di: </p><ul style="text-align:justify;"><li><p>valutare gli impatti tecnologici delle soluzioni individuate; </p></li><li><p>definire e delineare un contesto di ricerca e sviluppo; </p></li><li><p>supportare le fasi di progettazione concettuale, ottimizzazione e operatività long-life. </p></li></ul><p style="text-align:justify;">Ciò avverrà attraverso:</p><ul style="text-align:justify;"><li><p>il consolidamento e l'integrazione delle competenze e delle capacità (laboratori e mezzi di prova) e attraverso un forte sviluppo di metodologie di progetto multidisciplinari e di manufacturing innovativo;</p></li><li><p>l'aggiornamento delle metodologie di progettazione orientate ai campi di applicazione di interesse per il sistema nazionale;</p></li><li><p>lo sviluppo di nuovi mezzi e metodologie per la verifica e la validazione numerica e sperimentale, a terra e in volo.</p></li></ul> </span>

 Attività