Accesso

Cira

CERVIA Metodi di CERtificazione e Verifica Innovativi ed Avanzati

Obiettivo

Lo scopo principale del progetto Cervia è quello di creare le basi metodologiche per la realizzazione di un ambiente di lavoro, per la progettazione strutturale, che sia in grado di condurre ad una riduzione dei tempi e dei rischi associati allo sviluppo del prodotto aeronautico (fabbricazione e assemblaggio).

Ad oggi, l'uso della simulazione dei processi di produzione (Material Process Simulation) è molto limitata in aeronautica, specialmente per le parti realizzate in materiale composito. In letteratura sono riportati solo alcuni esempi a riguardo e non sono di uso industriale. L'obiettivo principale del progetto è quello di introdurre le MPS in fase di progettazione. Questo obiettivo è il nucleo dell'innovazione, e fornirà informazioni in fase di progettazione sulla fattibilità e sul costo di fabbricazione. L'idea in CERVIA è quella di identificare i componenti strutturali (materiali inclusi) ed eseguire a monte, nella fase di progettazione, le relative simulazioni di processo di produzione utilizzando come modello di scambio informativo lo stesso modello matematico utilizzato per l'analisi.

Saranno inoltre indirizzati i seguenti filoni di innovazione:

  • Sviluppo di un approccio innovativo per l'integrazione degli ambienti CAE/CAD con i risultati dei controlli non distruttivi (NDI) a valle del processo di fabbricazione. Ciò è finalizzato alla possibilità di includere nella simulazione numerica, in fase progettuale, i dati del reale processo di manufacturing (ad esempio introducendo le informazioni relative ad eventuali distorsioni/danneggiamenti);

  • Definizione di una opportuna camera virtuale in cui sia possibile visualizzare il componente "full scale" in modo che l'operatore possa simulare il "life cycle" del prodotto in tempo reale al variare delle configurazioni;

  • Sviluppo di metodologie di analisi per un design robusto e tecniche di integrazione avanzate che utilizzano High Performance Computer (HPC) per ottenere una più rapida convergenza, al valore ottimale, della soluzione strutturale;

  • Sviluppo di metodi analitico-numerici tesi al superamento delle limitazioni e delle carenze delle metodologie esistenti. Sviluppo di un ambiente computer-aided per la qualifica strutturale automatizzata soprattutto con l'introduzione del virtual testing. L'obiettivo principale è la riduzione della dipendenza dai test sperimentali e dunque il loro stesso numero ed i relativi costi;

  • Sviluppo di metodologie per la certificazione a crashworthiness con validazione su un barile di fusoliera full scale.

Attività nel progetto CIRA

Il CIRA partecipa al progetto svolgendo attività di pianificazione, attività di calcolo numeriche e attività sperimentali.

In particolare il CIRA ha sviluppato il piano di verifica sperimentale per coupon, sub componenti e dimostratore finale. Infatti, essendo una delle finalità del progetto quella di sviluppare metodologie numeriche atte alla riduzione dei test sperimentali (Virtual Test) è di fondamentale importanza prevedere una campagna di test sperimentali esaustiva. Saranno infatti i risultati di tali test a validare le procedure numeriche messe sviluppate.

E' coinvolto come attore principale nelle attività di messa a punto delle procedura numerica per la simulazione di eventi statici e dinamici su sub componenti e test article finale (rappresentato da una sezione di fusoliera completa di tutte le parti strutturali messa a disposizione dal partener Leonardo Aircraft Division).

E' affidata al CIRA la campagna di test sui sub-componenti ed il drop test sul dimostratore finale. I test su sub-componeti prevedono sia test statici che dinamici (impulsivi) su elementi a complessità variabile. Si parte quindi da semplici travette di sottopavimento e si giunge ad intere porzioni irrigidite di skin con correnti ed ordinate. Data la particolarità ed unicità dei test pianificati, è affidato al centro anche il compito di progettare tutti i tooling di prova. Infine verrà eseguita la correlazione numerica sperimentale sui test condotti al fine di deliberare la metodologia di analisi.

Programma

  • data inizio: sabato 1 marzo 2014
  • durata: 36.0000000000000

 Riutilizzo elemento catalogo

giovedì 15 settembre 2016
90
giovedì 26 gennaio 2017
CERVIA
Structures and Materials, Diagnostic Methodologies and Advanced Measurement Techniques
Il progetto di ricerca CERVIA si propone di sviluppare metodologie innovative per la progettazione di strutture aeronautiche avanzate in materiale composito che possano consentire un significativo miglioramento del processo di verifica e certificazione di velivoli da trasporto regionali.
Composite Materials & Basic Processes, Structural Analysis and Design, Structures Behaviour & Material Testing, Large Scale Validation Experiments, Methodology, Numerical Models (including Fast Time simulation), Human Survivability, Protection and Stress Effects
Aerospace Structures Impact Laboratory, Methods and Technologies for Observations and Measurements

 

 

CERVIA Metodi di CERtificazione e Verifica Innovativi ed Avanzati<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/Barrel.png" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/aeronautica/velivoli-ad-ala-fissa/cervia/CERVIA Metodi di CERtificazione e Verifica Innovativi ed AvanzatiCERVIA Metodi di CERtificazione e Verifica Innovativi ed Avanzati<p style="text-align:justify;">Lo scopo principale del progetto Cervia è quello di creare le basi metodologiche per la realizzazione di un ambiente di lavoro, per la progettazione strutturale, che sia in grado di condurre ad una riduzione dei tempi e dei rischi associati allo sviluppo del prodotto aeronautico (fabbricazione e assemblaggio).</p><p style="text-align:justify;">Ad oggi, l'uso della simulazione dei processi di produzione (Material Process Simulation) è molto limitata in aeronautica, specialmente per le parti realizzate in materiale composito. In letteratura sono riportati solo alcuni esempi a riguardo e non sono di uso industriale. L'obiettivo principale del progetto è quello di introdurre le MPS in fase di progettazione. Questo obiettivo è il nucleo dell'innovazione, e fornirà informazioni in fase di progettazione sulla fattibilità e sul costo di fabbricazione. L'idea in CERVIA è quella di identificare i componenti strutturali (materiali inclusi) ed eseguire a monte, nella fase di progettazione, le relative simulazioni di processo di produzione utilizzando come modello di scambio informativo lo stesso modello matematico utilizzato per l'analisi. </p><p style="text-align:justify;">Saranno inoltre indirizzati i seguenti filoni di innovazione:</p><ul style="text-align:justify;"><li><p>Sviluppo di un approccio innovativo per l'integrazione degli ambienti CAE/CAD con i risultati dei controlli non distruttivi (NDI) a valle del processo di fabbricazione. Ciò è finalizzato alla possibilità di includere nella simulazione numerica, in fase progettuale, i dati del reale processo di manufacturing (ad esempio introducendo le informazioni relative ad eventuali distorsioni/danneggiamenti);</p></li><li><p>Definizione di una opportuna camera virtuale in cui sia possibile visualizzare il componente "full scale" in modo che l'operatore possa simulare il "life cycle" del prodotto in tempo reale al variare delle configurazioni;</p></li><li><p>Sviluppo di metodologie di analisi per un design robusto e tecniche di integrazione avanzate che utilizzano High Performance Computer (HPC) per ottenere una più rapida convergenza, al valore ottimale, della soluzione strutturale;</p></li><li><p>Sviluppo di metodi analitico-numerici tesi al superamento delle limitazioni e delle carenze delle metodologie esistenti. Sviluppo di un ambiente computer-aided per la qualifica strutturale automatizzata soprattutto con l'introduzione del virtual testing. L'obiettivo principale è la riduzione della dipendenza dai test sperimentali e dunque il loro stesso numero ed i relativi costi; </p></li><li><p>Sviluppo di metodologie per la certificazione a crashworthiness con validazione su un barile di fusoliera full scale.</p></li></ul><p style="text-align:justify;">Il CIRA partecipa al progetto svolgendo attività di pianificazione, attività di calcolo numeriche e attività sperimentali. </p><p style="text-align:justify;">In particolare il CIRA ha sviluppato il piano di verifica sperimentale per coupon, sub componenti e dimostratore finale. Infatti, essendo una delle finalità del progetto quella di sviluppare metodologie numeriche atte alla riduzione dei test sperimentali (Virtual Test) è di fondamentale importanza prevedere una campagna di test sperimentali esaustiva. Saranno infatti i risultati di tali test a validare le procedure numeriche messe sviluppate. </p><p style="text-align:justify;">E' coinvolto come attore principale nelle attività di messa a punto delle procedura numerica per la simulazione di eventi statici e dinamici su sub componenti e test article finale (rappresentato da una sezione di fusoliera completa di tutte le parti strutturali messa a disposizione dal partener Leonardo Aircraft Division).</p><p style="text-align:justify;">E' affidata al CIRA la campagna di test sui sub-componenti ed il drop test sul dimostratore finale. I test su sub-componeti prevedono sia test statici che dinamici (impulsivi) su elementi a complessità variabile. Si parte quindi da semplici travette di sottopavimento e si giunge ad intere porzioni irrigidite di skin con correnti ed ordinate. Data la particolarità ed unicità dei test pianificati, è affidato al centro anche il compito di progettare tutti i tooling di prova. Infine verrà eseguita la correlazione numerica sperimentale sui test condotti al fine di deliberare la metodologia di analisi.</p>2014-02-28T23:00:00Z36.0000000000000

 Galleria multimediale

 

 

Sezione di fusoliera da utilizzare per il test finalehttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=153Fuselage section for final experimental testSezione di fusoliera da utilizzare per il test finaleImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/Barrel.png
Drop test di letteratura di sezione di fusolierahttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=156Experimental Drop test regarding a fuselage section available in literatureDrop test di letteratura di sezione di fusolieraImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/Drop_Test.png
Simulazione Drop Test su sezione di fusolierahttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=157Numerical simulation of the final drop testSimulazione Drop Test su sezione di fusolieraImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/Drop_test_numerical.png
Test Numerici su alcuni componenti oggetto di studiohttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=158Numerical results regarding several components under investigation.Test Numerici su alcuni componenti oggetto di studioImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/Numerical_Tests.png
Piramide dei testhttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=154Pyramid testPiramide dei testImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/Pyramid_Test.png
Virtual Testhttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=155Virtual TestVirtual TestImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/Virtual_Test.png

 ATTIVITÀ