Accesso

Cira

SMAF – Smart AirFrame

Obiettivo

Il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Sviluppo di un metodo di progettazione delle strutture in composito basato su un sistema integrato SW/HW in grado di assicurare riduzioni di peso strutturale, rispetto al design tradizionale, grazie all' identificazione di danni da impatto (BVID) di dimensioni inferiori rispetto alla dimensione attualmente identificata e classificata attraverso l'ispezione visiva. Il sistema SHM in oggetto è finalizzato sia alla diagnosi che alla prognosi della salute strutturale del componente. Il sistema sarà validato e dimostrato fino a TRL 5, su un dimostratore finale rappresentativo di un segmento di cassone alare
  • Dimostrazione della economicità e dell'incremento di performance strutturali di componenti strutturali realizzati con processi Out of Autoclave, con validazione attraverso test dedicati e la messa a punto di un modello di costi che sarà alimentato e validato da dati ottenuti in un ambiente industriale

Attività nel progetto CIRA

Nel progetto vengono sviluppati i metodi di simulazione numerica per la diagnosi e la prognosi di strutture in composito danneggiate da impatto (metodi e gli algoritmi) ed il relativo sistema HW, basandosi sulle tecnologie dei piezo e delle fibre ottiche. Vengono definiti anche nuovi criteri di design basati sul sistema integrato diagnosi/prognosi finalizzati alla riduzione di peso strutturale rispetto all'attuale approccio progettuale.

I processi Out of Autoclave sono definiti a partire da una base di tecnologie (Prepreg e Liquid Infusion) e materiali, al fine di ottenere una riduzione dei costi ed un incremento delle performance strutturali finali dei componenti rispetto ai processi tradizionali. La validazione sarà eseguita in ambito industriale sia per acquisire i dati utili alla validazione del modello dei costi e sia per la validazione dei processi.

Il processo di validazione si basa su una serie di dimostratori tecnologici a complessità via via crescente, fino a sezioni strutturali in scala reale o comunque rappresentativa di componenti reali. La scelta operata nel progetto è di puntare ad un dimostratore tecnologico rappresentativo di una sezione di ala di alto allungamento di velivoli di categoria RPAS per l'ottenimento di elevate prestazioni "long endurance". 

Programma

PROgramma nazionale di Ricerca Aerospaziale PRO.R.A. D.M. 305/98 

  • data inizio: domenica 1 gennaio 2012
  • durata: 72.0000000000000

 Riutilizzo elemento catalogo

giovedì 15 settembre 2016
85
giovedì 9 febbraio 2017
SMAF – Smart AirFrame
Structures and Materials, Aeronautics - Technology Integration and Flight Demostrators, Diagnostic Methodologies and Advanced Measurement Techniques
Sviluppo di criteri di progettazione innovativi per la riduzione del peso e del costo di strutture primarie realizzate in materiale composito, anche mediante processo Out-of-Autoclave, attraverso l’uso di informazioni provenienti da sistemi di monitoraggio strutturale (SHM).
Flight Physics, Composite Materials & Basic Processes, Advanced Manufacturing Processes & Technologies, Structural Analysis and Design, Structures Behaviour & Material Testing
Advanced Materials and Processes

 

 

SMAF – Smart AirFrame<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/SMAF_1.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/aeronautica/aeromobili-pilotati-da-remoto-e-non-pilotati/smaf-–-smart-airframe/SMAF – Smart AirFrameSMAF – Smart AirFrame<p>Il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi:</p><ul><li>Sviluppo di un metodo di progettazione delle strutture in composito basato su un sistema integrato SW/HW in grado di assicurare riduzioni di peso strutturale, rispetto al design tradizionale, grazie all' identificazione di danni da impatto (BVID) di dimensioni inferiori rispetto alla dimensione attualmente identificata e classificata attraverso l'ispezione visiva. Il sistema SHM in oggetto è finalizzato sia alla diagnosi che alla prognosi della salute strutturale del componente. Il sistema sarà validato e dimostrato fino a TRL 5, su un dimostratore finale rappresentativo di un segmento di cassone alare<br></li><li>Dimostrazione della economicità e dell'incremento di performance strutturali di componenti strutturali realizzati con processi Out of Autoclave, con validazione attraverso test dedicati e la messa a punto di un modello di costi che sarà alimentato e validato da dati ottenuti in un ambiente industriale<br></li></ul><p>​<span style="line-height:107%;font-family:calibri, sans-serif;font-size:11pt;">PROgramma nazionale di Ricerca Aerospaziale PRO.R.A. D.M. 305/98 </span></p><p style="text-align:justify;">Nel progetto vengono sviluppati i metodi di simulazione numerica per la diagnosi e la prognosi di strutture in composito danneggiate da impatto (metodi e gli algoritmi) ed il relativo sistema HW, basandosi sulle tecnologie dei piezo e delle fibre ottiche. Vengono definiti anche nuovi criteri di design basati sul sistema integrato diagnosi/prognosi finalizzati alla riduzione di peso strutturale rispetto all'attuale approccio progettuale. </p><p style="text-align:justify;">I processi Out of Autoclave sono definiti a partire da una base di tecnologie (Prepreg e Liquid Infusion) e materiali, al fine di ottenere una riduzione dei costi ed un incremento delle performance strutturali finali dei componenti rispetto ai processi tradizionali. La validazione sarà eseguita in ambito industriale sia per acquisire i dati utili alla validazione del modello dei costi e sia per la validazione dei processi.</p><p style="text-align:justify;">Il processo di validazione si basa su una serie di dimostratori tecnologici a complessità via via crescente, fino a sezioni strutturali in scala reale o comunque rappresentativa di componenti reali. La scelta operata nel progetto è di puntare ad un dimostratore tecnologico rappresentativo di una sezione di ala di alto allungamento di velivoli di categoria RPAS per l'ottenimento di elevate prestazioni "long endurance". </p>2011-12-31T23:00:00Z72.0000000000000

 Galleria multimediale

 

 

Approccio di Design, Verifica e Validazionehttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=138Design, Verification and Validation ApproachApproccio di Design, Verifica e ValidazioneImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/SMAF_1.jpg
Setup della tecnologia SHMhttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=135SHM Technology set-upSetup della tecnologia SHMImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/SMAF_2.jpg
Nuovo approccio di Design per la riduzione del peso basato sulla tecnologia SHMhttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=136Nuovo approccio di Design per la riduzione del peso basato sulla tecnologia SHMImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/SMAF_3.jpg
Processo Out of Autoclave applicato a cassone alarehttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=137Out-of-Autoclave process applied to wing boxProcesso Out of Autoclave applicato a cassone alareImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/SMAF_4.jpg

 ATTIVITÀ