Accesso

SOLRAM - Propulsione a Propellente Solido

Obiettivo

L'obiettivo del progetto è creare al CIRA competenze specifiche nel campo della propulsione a propellente solido. In particolare, lo scopo è quello di sviluppare una metodologia di analisi delle camere di combustione di razzi a solido, che sia di supporto nella fase di progettazione di un razzo,  al fine di predire in maniera affidabile sia i flussi termici sulle superfici interne della camera che le oscillazioni di pressione (e conseguentemente di spinta) all'interno della camera stessa.

Lo sviluppo di tali competenze è da un lato propedeutico allo svolgimento delle attività di analisi dei nuovi motori sviluppati da AVIO nell'ambito del progetto VECEP (inserire link al progetto) (VEga Consolidation and Evolution Programme), e dall'altro consentirà di complementare e patrimonializzare le conoscenze acquisite, anche attraverso l'utilizzo di strumenti di calcolo sviluppati in-house.

Attività nel progetto CIRA

Il progetto SOLRAM è svolto interamente all'interno del CIRA, e si sviluppa su due linee principali:

  • Identificazione metodologie di analisi delle fenomenologie di interesse e validazione mediante casi test semplificati disponibili in letteratura

  • Applicazioni su geometrie rappresentative di motori reali in scala 1:1

In una fase iniziale vengono analizzate le fenomenologie di interesse, le metodologie utili per la loro analisi e i dati sperimentali disponibili per la validazione. Successivamente saranno effettuati alcuni dei casi test identificati, relativi sia alla stima dei flussi termici che all'analisi delle oscillazioni di pressione, al fine di validare i codici disponibili.

Al termine della prima fase, della durata di 20 mesi, gli strumenti numerici così validati saranno applicati a geometrie rappresentative di motori in scala reale.

Negli ultimi due mesi del progetto sarà inoltre effettuata un'attività di "exploitation" delle competenze sviluppate, e sarà proposta una roadmap per eventuali sviluppi successivi.

Programma

  • data inizio: mercoledì 1 luglio 2015
  • durata: 30.0000000000000

 Riutilizzo elemento catalogo

mercoledì 14 settembre 2016
69
lunedì 30 gennaio 2017
SOLRAM
Propulsion, Aerothermodynamics
L’obiettivo del progetto è sviluppare al CIRA competenze specifiche nel campo della propulsione a propellente solido, con particolare enfasi alla predizione dei flussi termici sulle superfici interne della camera e alla problematica delle oscillazioni di pressione e di spinta all’interno della camera stessa.
Combustion, Heat Transfer, Nozzles, Vectored Thrust, Reheat, Computational Methods, Propulsion for spatial applications
Scientific computing systems

 

 

SOLRAM - Propulsione a Propellente Solido<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/SOLRAM.jpg?RenditionID=8" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/accesso-allo-spazio-satelliti-ed-esplorazione/solram/SOLRAM - Propulsione a Propellente SolidoSOLRAM - Propulsione a Propellente Solido<p>L'obiettivo del progetto è creare al CIRA competenze specifiche nel campo della propulsione a propellente solido. In particolare, lo scopo è quello di sviluppare una metodologia di analisi delle camere di combustione di razzi a solido, che sia di supporto nella fase di progettazione di un razzo,  al fine di predire in maniera affidabile sia i flussi termici sulle superfici interne della camera che le oscillazioni di pressione (e conseguentemente di spinta) all'interno della camera stessa.</p><p>Lo sviluppo di tali competenze è da un lato propedeutico allo svolgimento delle attività di analisi dei nuovi motori sviluppati da AVIO nell'ambito del progetto VECEP (inserire link al progetto) (VEga Consolidation and Evolution Programme), e dall'altro consentirà di complementare e patrimonializzare le conoscenze acquisite, anche attraverso l'utilizzo di strumenti di calcolo sviluppati in-house.</p><p>Il progetto SOLRAM è svolto interamente all'interno del CIRA, e si sviluppa su due linee principali:</p><ul><li><p>Identificazione metodologie di analisi delle fenomenologie di interesse e validazione mediante casi test semplificati disponibili in letteratura</p></li><li><p>Applicazioni su geometrie rappresentative di motori reali in scala 1:1</p></li></ul><p>In una fase iniziale vengono analizzate le fenomenologie di interesse, le metodologie utili per la loro analisi e i dati sperimentali disponibili per la validazione. Successivamente saranno effettuati alcuni dei casi test identificati, relativi sia alla stima dei flussi termici che all'analisi delle oscillazioni di pressione, al fine di validare i codici disponibili. </p><p>Al termine della prima fase, della durata di 20 mesi, gli strumenti numerici così validati saranno applicati a geometrie rappresentative di motori in scala reale. </p><p>Negli ultimi due mesi del progetto sarà inoltre effettuata un'attività di "exploitation" delle competenze sviluppate, e sarà proposta una roadmap per eventuali sviluppi successivi.</p>2015-06-30T22:00:00Z30.0000000000000

 Galleria multimediale

 

 

 ATTIVITÀ

 

 

Metodologia per l’analisi di un motore a solido<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/SOLRAM.jpg?RenditionID=8" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/spazio/accesso-allo-spazio-satelliti-ed-esplorazione/solram/articolo-solram/Metodologia per l’analisi di un motore a solidoMetodologia per l’analisi di un motore a solidoIl risultato principale di questo progetto sarà una metodologia, validata mediante dati sperimentali, per la predizione delle oscillazioni di pressione e dei carichi termici all’interno di motori a solido2016-09-13T22:00:00Z