Accesso

Cira

 

 Riutilizzo elemento catalogo

 

 

Space Rider si presenta<img alt="" src="http://webtest.cira.it/PublishingImages/Space%20Rider%20user%20day.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/comunicazione/news/space-rider-si-presenta/Space Rider si presentaSpace Rider si presenta<p style="text-align:justify;">Il 17 novembre, nella sede ESA di Darmstadt, si è svolto il I° Space Rider User Day per presentare ad una ampia e diversificata platea lo stato del programma e le capacità del nuovo sistema di rientro Space Rider, in termini di missioni eseguibili, payload alloggiabili e condizioni di sperimentazione.</p><p style="text-align:justify;">Il programma Space Rider, affidato dall’ESA alla gestione in co-primership del CIRA e di Thales Alenia Space Italia, si trova attualmente nella fase di progettazione preliminare e definizione dei requisiti. In questa fase il confronto con i potenziali utilizzatori si è dimostrato un efficace strumento per acquisire le necessità di quanti intendono sfruttare la flessibilità e la maggiore semplicità del sistema di sperimentazione.</p><p style="text-align:justify;">Erede del precursore IXV, il cui volo sperimentale si è concluso con successo nel febbraio 2015, lo Space Rider mira infatti ad essere il sistema europeo di trasporto spaziale unmanned e riutilizzabile, concepito per essere lanciato dal nuovo vettore VEGA-C in varie orbite, eseguire le operazioni per specifici payload, rientrare a terra, essere ricondizionato e pronto a volare di nuovo.</p><p style="text-align:justify;">Alla giornata hanno preso parte, oltre alle delegazioni delle agenzie nazionali, tra cui l’ASI, e ai rappresentanti dei direttorati ESA, numerosi sperimentatori provenienti da università, enti di ricerca ed industrie (per l’Italia erano presenti, rispettivamente, le Università di Tor Vergata, Torino e Milano, il CNR e Leonardo) che hanno illustrato possibili esperimenti di sistemi ingegneristici nell’ambito dell’In Orbit Demostration & Validation (IOD/IOV), della verifica del comportamento in microgravità e del possibile utilizzo della piattaforma Space Rider per il recupero di oggetti da orbita LEO e dalla Stazione Spaziale Internazionale.</p><p style="text-align:justify;">La delegazione italiana, in particolare, ha illustrato esperimenti per l’uso del grafene in sistemi di controllo termico, la verifica di algoritmi di GNC in orbita, lo studio in microgravità del comportamento di cellule staminali, la sperimentazione di tecniche di additive manufacturing con il 3D foto printing, l’impiego di leghe a memoria di forma per dispositivi meccanici.</p>2016-11-21T23:00:00Z

 Galleria multimediale

 

 

Space Rider user dayhttps://www.cira.it/PublishingImages/Forms/DispForm.aspx?ID=815Space Rider user dayImagehttps://www.cira.it/PublishingImages/Space Rider user day.jpg