Accesso
 

​​​​

344
A navigar per astri, II Conferenza Nazionale di Geopolitica dello Spazio

 Riutilizzo elemento catalogo

 

 

A navigar per astri, II Conferenza Nazionale di Geopolitica dello Spazio<img alt="" src="https://www.cira.it/PublishingImages/Morsillo%20a%20II%20conferenza%20geopolitica%20spazio.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://www.cira.it/it/comunicazione/news/a-navigar-per-astri-ii-conferenza-nazionale-di-geopolitica-dello-spazio/A navigar per astri, II Conferenza Nazionale di Geopolitica dello SpazioA navigar per astri, II Conferenza Nazionale di Geopolitica dello Spazio<p style="text-align:justify;">​​​L'8 ottobre, si è svolta presso l'Auditorium della Scuola Specialisti dell'Aeronautica Militare di Caserta, la II Conferenza Nazionale di Geopolitica dello Spazio “a Navigar per Astri - Navigating in Deep Space" <br></p><p style="text-align:justify;">Organizzata dal Club Atlantico di Napoli, la conferenza è stata incentrata sul tema della transizione verso nuove tipologie di missioni spaziali che dall'orbita bassa terrestre si stanno spingendo a quella cislunare e oltre. </p><p style="text-align:justify;">Ad aprire i lavori dell​​a conferenza il Presidente del CIRA, Giuseppe Morsillo, che ha messo in evidenza i recenti sviluppi nello scenario Spaziale/nella geopolitica dello Spazio: la conferma degli USA quale riferimento della politica spaziale mondiale, il forte posizionamento della Cina, con programmi spaziali ambiziosi e di successo, gli importanti investimenti dei nuovi paesi emergenti, fino al ruolo dell'Unione Europea che ha tutte le carte in regola per concorrere al “dominio" dello Spazio insieme a USA e Cina, grazie a Paesi tecnologicamente forti come Germania, Francia e Italia.</p><p style="text-align:justify;">Proprio il nostro Paese ha un ruolo importantissimo in molti segmenti chiave del settore spaziale: da quello dei veicoli spaziali riutilizzabili (con Space Rider) a quello dei lanciatori (con Vega, Vega C e Vega E), dallo sviluppo di tecnologie abilitanti per velivoli ipersonici alla colonizzazione della stratosfera, dai propulsori green ai sistemi di biorigenerazione e life support per le missioni di esplorazione e colonizzazione di altri pianeti. </p><p style="text-align:justify;">Ma la novità più rilevante dell'attuale corsa allo Spazio è rappresentata senza dubbio dai recenti successi ottenuti da soggetti privati come Space X, Blue Origin e Virgin Galactic che si stanno specializzando nel turismo spaziale e si preparano al futuro utilizzo delle risorse della Luna e/o di altri corpi celesti. </p><p style="text-align:justify;">Morsillo ha poi concluso il suo intervento sottolineando come nell'attuale scenario, in cui l'economia sta diventando elemento trainante della corsa allo spazio, diventi sempre più urgente la definizione di una regolamentazione internazionale che disciplini l'intero ed ampio quadro di attività, garantendo l'attuazione principi generali sanciti all'origine delle attività umane nello spazio (Trattato OST (1967). </p><p style="text-align:justify;">​La conferenza è poi proseguita con l'intervista alla scienziata Amalia Ercoli Finzi una delle persone di massima esperienza internazionale nel campo dell'ingegneria aerospaziale e con le tre tavole rotonde in programma: la prima incentrata sulla possibilità di introdurre una normativa per la navigazione spaziale, la seconda sulle nuove sfide e opportunità per l'industria aerospaziale nazionale e in chiusura le prospettive della colonizzazione umana di Luna e Marte.<br></p><p><br></p>2021-10-08T22:00:00Z

 Galleria multimediale